18 luglio 2016

La notte del liscio in Romagna: balliamo che il mondo è bello

Sta per arrivare l'evento più atteso di quest'estate 2016. Sabato 23 luglio in tutta la Romagna è la Notte del Liscio, con un intero fine settimana di iniziative dedicate al ballo liscio e alla musica tradizionale con scuole di ballo da tutta Italia. Che tu sia romagnolo, milanese,
toscano, napoletano, nigeriano, marocchino… che tu conosca o no i passi di valzer e mazurca: balliamo, perché il ballo unisce!





Qui il programma di questa bellissima iniziativa voluta fortemente da Riccarda Casadei, Raoul e Mirko Casadei e che coinvolgerà ventuno comuni della Romagna, dalla riviera all'entroterra. Tra gli appuntamenti clou: giovedì 21 a Cervia la grande reunion dell'Orchestra Spettacolo Raoul Casadei con tanti ospiti e reinterpretazioni in chiave contemporanea delle melodie romagnole e sabato 23 a Rimini Goran Bregovic sarà ospite
dell'Orchestra Mirko Casadei e dell'Orchestra Moreno Conficoni per dare vita a una grande festa dove le rive dell'Adriatico si mescoleranno.


Che poi: l'avete sentita la sigla per la Notte del Liscio? Si intitola “Ad chi sit è fiōl?”, l'ha scritta Mirko Casadei che la interpreta assieme ai KhoraKhané, gruppo rivelazione del Festival di Sanremo 2007. In dialetto romagnolo significa “tu di chi sei il figlio?”, è modo di dire dei nonni romagnoli per identificare il casato, la provenienza di una persona. Ma le parole del brano parlano anche di un grande abbraccio ai popoli che attraversano il mare per arrivare sulle nostre coste italiane, donne, bambini, uomini, figli della guerra, dell’odio, della miseria, aggrappati a un sogno e a una speranza alla ricerca di un mondo nuovo.
Perché non si può vivere sempre nella paura. E quella che Ezio Mauro definisce la "democrazia delle piccole cose" è la nostra libertà, il nostro poter fare un passeggiata, andare a un concerto, ridere e scherzare. Che si può fare, se non celebrare la vita?